Campania e Toscana dichiarate zona rossa: incremento drammatico dei contagi

0
75

Toscana e Campania  diventano zona rossa mentre oggi l’Italia registra quasi 41.000 nuovi casi covid 19.
Altre tre regioni, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche, sono passate da zone gialle a zone arancioni a medio rischio.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza e domenica 15 novembre entreranno in vigore le nuove restrizioni il che significa che le persone dovranno rimanere a casa a meno che non escano per lavoro o ragioni di prima necessità e i bar, ristoranti e la maggior parte dei negozi, chiuderanno.

In sintesi, il cambiamento significa che le regioni italiane sono ora suddivise nelle seguenti categorie:
Zone rosse (ad alto rischio):  Calabria, Campania, Toscana Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Alto Adige
Zone arancioni (rischio medio-alto):  Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Marche, Umbria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia
Zone gialle (rischio moderato):  Lazio, Molise, Sardegna, Veneto, provincia autonoma di Trento.

Cattive notizie dagli ospedali.
Mancano i posti letto, mancano i medici, mancano gli infermieri e adesso anche le bombole di ossigeno. Una carenza che ha spinto l’Ordine dei Farmacisti a lanciare un appello: “restituite le bombole vuote. Siamo a limite del collasso”
Al Cardarelli di Napoli un uomo è stato trovato morto nel bagno.
Le persone curate in macchina.
Molti alberghi sono stati trasformati per accogliere i positivi “Hotel Covid” luoghi dove gli ospiti possono stare in isolamento.

Rimane il coprifuoco nell’intero Paese tra le 22:00 e le 5:00.

La situazione in Campania è fuori controllo“, ha detto il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, dopo il video che mostra un uomo di 84 anni morto in un bagno d’ospedale dove stava aspettando un test Covid ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di restrizioni urgenti … le persone stanno morendo.”

Centinaia di persone dalla Campania si sono recate nel vicino Lazio in cerca di assistenza medica urgente mentre continuano le dispute politiche. L’approccio alternativo dell’Italia al paralizzante blocco a livello nazionale che ha imposto durante la prima ondata di questa primavera ha avuto finora scarso successo apparente, con le infezioni totali che hanno superato la soglia del milione questa settimana e i casi in aumento a oltre 30.000 al giorno.

Comments are closed.