Crollo del numero di spermatozoi: le sostanze chimiche minacciano l’umanità. Erin Brockovich lancia l’allarme

Un nuovo libro intitolato Countdown, di Shanna Swan, epidemiologa ambientale e riproduttiva presso la Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York, rileva che il numero di spermatozoi è diminuito di quasi il 60% dal 1973. Le sostanze chimiche che causano la morte e il declino dello sperma si trovano in qualsiasi cosa, uccidendo e attaccando la fonte stessa della vita.
0
487
Con un articolo su The Guardian Erin Brockovich  ( l’attivista che è stata interpretata da Julia Roberts nel film che porta il suo nome)   lancia l’allarme: la fine dell’umanità? Potrebbe arrivare prima di quanto pensiamo, a causa di sostanze chimiche che alterano gli ormoni e che stanno decimando la fertilità a un ritmo allarmante in tutto il mondo.
Un nuovo libro intitolato Countdown, di Shanna Swan, epidemiologa ambientale e riproduttiva presso la Icahn School of Medicine del Mount Sinai a New York, rileva che il numero di spermatozoi è diminuito di quasi il 60% dal 1973 . Seguendo la traiettoria su cui ci troviamo, la ricerca di Swan suggerisce che il numero di spermatozoi potrebbe raggiungere lo zero entro il 2045. Zero. Ciò significherebbe niente bambini. Nessuna riproduzione. Niente più umani.
Perché le Nazioni Unite non stanno convocando una riunione di emergenza su questo in questo momento?
Le sostanze chimiche che causano questa “crisi” si trovano in qualsiasi cosa, dai contenitori di plastica e dagli involucri degli alimenti, agli indumenti impermeabili e ai profumi nei prodotti per la pulizia, ai saponi e agli shampoo, all’elettronica e alla moquette. Alcuni di loro, chiamati PFAS, sono conosciuti come “sostanze chimiche per sempre”, perché non si degradano nell’ambiente o nel corpo umano. Si accumulano e si accumulano, facendo sempre più danni, minuto dopo minuto, ora dopo ora, giorno dopo giorno. Ora, a quanto pare, l’umanità sta raggiungendo un punto di rottura.

Il libro di Swan fa eco a ricerche precedenti , che hanno scoperto che il PFAS danneggia la produzione di sperma, interrompe l’ormone maschile ed è correlato a una “riduzione della qualità dello sperma, del volume testicolare e della lunghezza del pene”. Queste sostanze chimiche stanno letteralmente confondendo i nostri corpi.

Dato tutto ciò che sappiamo su queste sostanze chimiche, perché non si fa di più? Le leggi e le normative variano da paese a paese, da regione a regione e, negli Stati Uniti, da stato a stato. L’Unione Europea, ad esempio, ha limitato diversi ftalati nei giocattoli e pone limiti agli ftalati considerati “tossici per la riproduzione” – nel senso che danneggiano le capacità riproduttive umane – nella produzione alimentare.

Negli Stati Uniti, uno studio scientifico ha rilevato che l’ esposizione agli ftalati è “diffusa” nei neonati e che le sostanze chimiche sono state trovate nelle urine dei bambini che sono entrati in contatto con shampoo, lozioni e ciprie per bambini. Tuttavia, manca una regolamentazione aggressiva, non da ultimo a causa delle pressioni esercitate dai giganti dell’industria chimica.

Nello stato di Washington, i legislatori sono riusciti a far passare il Pollution Prevention for Our Future Act , che “ordina alle agenzie statali di rivolgersi a classi di sostanze chimiche e si allontana da un approccio chimico per chimico, che ha storicamente portato le aziende a passare a sostituti. Le prime classi chimiche da affrontare nei prodotti includono ftalati, PFAS, PCB, composti di alchifenolo etossilato e bisfenolo e ritardanti di fiamma organoalogeni “. Lo stato ha compiuto passi importanti per affrontare l’entità dell’inquinamento chimico, ma in generale gli Stati Uniti, come molti altri paesi, stanno combattendo una battaglia persa a causa di una legislazione debole e inadeguata.

Negli Stati Uniti oggi, ad esempio, non puoi mangiare la carne di cervo catturata a Oscoda, nel Michigan, poiché il dipartimento della salute ha emesso un avviso “non mangiare” per i cervi catturati vicino all’ex base dell’aeronautica militare a causa del Livelli di PFOS nel muscolo di un cervo.

E, proprio l’altra settimana, a centinaia di residenti che vivono vicino alla base dell’aeronautica di Luke in Arizona è stato consigliato di non bere la loro acqua, quando i test hanno rilevato alti livelli di sostanze chimiche tossiche. Gli scienziati hanno trovato queste sostanze nel sangue di quasi tutte le persone che hanno testato negli Stati Uniti. Nessun paese o regione sulla terra è immune dalla contaminazione da PFAS. È un problema globale. PFAS è stato trovato in ogni angolo del globo. È virtualmente presente nei corpi di ogni essere umano. Si trova nei pesci in profondità nel mare e negli uccelli che volano in alto nel cielo.

E ci sta uccidendo, letteralmente, danneggiando e attaccando la fonte stessa della vita: le nostre capacità riproduttive. La rapida morte e il declino dello sperma devono essere affrontati e devono essere affrontati ora. Semplicemente non c’è tempo da perdere.

La rapida morte e il declino dello sperma devono essere affrontati e devono essere affrontati ora.

 

Comments are closed.