Il mondo ha raggiunto il milione di morti registrate da Covid-19. Stati Uniti, il Brasile e l’India rappresentano quasi la metà del totale

La pandemia di Covid-19 è iniziata l'anno scorso in una città della Cina centrale, ma da allora è cresciuta fino a colpire quasi tutti i Paesi del mondo. Il virus ha mandato i leader mondiali in ospedale, esponendo le disuguaglianze. Ha fatto grandi domande ai governi e ha sconvolto la vita quotidiana di miliardi di persone. E non mostra alcun segno di cessazione in tempi brevi.
0
56

Lunedì, il mondo ha raggiunto il milione di morti registrate da Covid-19. Gli Stati Uniti, il Brasile e l’India rappresentano ormai quasi la metà del totale, secondo la Johns Hopkins University.

Tuttavia, si pensa che il numero di morti sia molto più alto, dato che molti casi potrebbero non essere stati ufficialmente segnalati. A giugno, l’analisi della BBC sui dati relativi ai decessi in 27 Paesi ha rilevato altri 130.000 decessi che non figuravano nei titoli dei giornali.

Cosa possiamo aspettarci in futuro? Al momento stiamo assistendo a poco più di 5.000 decessi da coronavirus al giorno registrati in tutto il mondo , dice il responsabile delle statistiche della BBC, Robert Cuffe. “Se questo ritmo continua, possiamo aspettarci che il conteggio giornaliero superi i due milioni in poco più di sei mesi”, aggiunge.

Le autorità sanitarie hanno imparato molto sul virus dall’inizio della pandemia, ma i funzionari dicono che l’aumento dei decessi è destinato a continuare.

Non vediamo alcun segno di rallentamento del tasso di mortalità“, ha dichiarato alla BBC Nancy Baxter, epidemiologa e direttrice della Melbourne’s School of Population and Global Health. “Ci sono stati più di mille morti al giorno in tutto il mondo dal 18 marzo e quello che sembra accadere è che, quando Covid-19 diventa controllato in una giurisdizione, perde il controllo altrove.  Quindi penso che purtroppo stiamo assistendo a un numero simile di morti prima di trovare e distribuire un vaccino“.

Comments are closed.