Alluvione in Italia: le immagini del disastro

0
497

 

 

 

 

 

 

Un padre tiene in braccio la figlia a Sant’Agata sul Santerno, nel nord Italia. Il governo italiano ha approvato oltre 2 miliardi di euro di aiuti per la regione Emilia-Romagna colpita dalle alluvioni.

Fotografia: Fabrizio Zani/EPA

 

 

Le saline della città di Cervia, in Emilia Romagna. La maggior parte delle zone d’Italia ha avuto giorni di forti piogge, la cui quantità maggiore è caduta sull’Emilia-Romagna nord-orientale.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

Volontari rimuovono il fango mentre le masserizie vengono ammassate sul ciglio di una strada a Faenza. In un periodo di 36 ore la regione Emilia-Romagna ha ricevuto una media di 200 mm di pioggia.

Fotografia: Michele Nucci/AP

 

 

Le frane nel comune di Modigliana, alle pendici dell’Appennino. In Emilia-Romagna sono caduti sei mesi di pioggia in 36 ore e le alluvioni sono state descritte come le peggiori che il Paese abbia mai visto in un secolo.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

Le inondazioni hanno distrutto case e negozi e lasciato sott’acqua più di 5.000 aziende agricole.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

Una persona con in mano una foto incorniciata si trova tra i detriti di fronte a un edificio a Ca’ di Lugo, una cittadina del Lughese, dopo l’esondazione del fiume Santerno.

Fotografia: Fabrizio Zani/EPA

 

 

Estese inondazioni hanno sommerso migliaia di ettari di terreni agricoli, città e villaggi, causando migliaia di evacuazioni.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

Una donna lava i piatti in un’area allagata tra i detriti a Ca’ di Lugo.

Fotografia: Fabrizio Zani/EPA

 

 

Una veduta aerea di campi e fabbriche allagate nel comune di Conselice.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

Il 2022 è stato l’anno più caldo mai registrato in Italia, quindi prima delle alluvioni l’Emilia-Romagna e altre zone del nord Italia erano afflitte dalla siccità, con terreni inariditi che riducevano la capacità del terreno di assorbire l’acqua.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

I residenti di Faenza rimuovono il fango dopo che la città è stata colpita da due alluvioni, la prima dal 1° al 4 maggio e la seconda dal 17 al 19 maggio.

Foto: Agenzia Anadolu/Getty Images

 

 

Le frane nel comune di Casola Valsenio alle pendici dell’Appennino. Le alluvioni hanno causato più di 305 frane e danneggiato o chiuso più di 500 strade nella regione.

Fotografia: Serrano/AGF/Shutterstock

 

 

Un uomo passa accanto a un’auto allagata a Forlì.

Fotografia: Emanuele Cremaschi/Getty Images

 

 

Volontari accompagnano due sommozzatori della Guardia Costiera italiana e due volontari della Croce Rossa Italiana a consegnare pasti cucinati e acqua potabile alle famiglie isolate dall’alluvione a Conselice.

Fotografia: Agenzia Anadolu/Getty Images

 

 

 

Questa galleria fotografica è stata pubblicata da The Guardian 
Tutti diritti riservati