La street-artist romana Laika dedicato a Sonia Zhou

0
28

Sonia Zhou, che gestisce un famoso ristorante cinese nella Chinatown di Roma. È stata costretta a chiudere il negozio, in parte, a causa delle persone che hanno evitato l’area dopo l’epidemia di coronavirus. L’Italia ha visto un aumento delle incidenze di razzismo anti-cinese, ma anche di atti di solidarietà tanto necessari mentre entra nel blocco nazionale

“Con grande rammarico sono costretta a chiudere il ristorante fino al 30 aprile”. A dirlo è Sonia Zhou titolare del noto locale Hang Zhou nel quartiere Esquilino a Roma. “Purtroppo la psicosi portata dal Coronavirus sta colpendo tutti – aggiunge – non solo i clienti, che sono ormai pochissimi, ma anche i nostri collaboratori che adesso hanno paura di venire a lavorare e mi hanno chiesto un periodo di pausa”.

E ancora la ristoratrice cinese: “I cuochi hanno già comprato i biglietti per tornare in Cina dalle loro famiglie perché non vogliono stare più in Italia. Una volta arrivati lì saranno messi in quarantena per 14 giorni” spiega Sonia dal suo ristorante di via Bixio.

 

Comments are closed.