L’attacco alla coppia gay a Roma spinge alla richiesta di una legge contro l’omofobia

0
564

Jean Pierre Moreno è stato preso a pugni e calci da un uomo in una stazione della metropolitana di Roma dopo aver baciato il suo ragazzo, L’incidente è stato ripreso in video e condiviso domenica notte dai gruppi di attivisti Gaynews e Gaynet Roma. Moreno ha detto a Gaynews: “Mentre io e il mio ragazzo ci stavamo baciando, improvvisamente abbiamo sentito un uomo gridare dall’altro binario: ‘Cosa stai facendo? Non ti vergogni? ‘”L’uomo ha poi attraversato i binari per attaccare la coppia. Un disegno di legge a lungo atteso che renderebbe la violenza contro le persone LGBT e le persone disabili, così come la misoginia, un crimine d’odio è stato approvato dalla camera bassa del parlamento italiano a novembre nonostante mesi di proteste da parte di gruppi di destra e cattolici.

La legge, redatta da Alessandro Zan, senatore del Partito Democratico (PD) di centrosinistra, sarebbe un’estensione di una legge esistente che punisce la violenza razzista, l’odio e la discriminazione.

I gruppi per i diritti umani ricevono centinaia di denunce di crimini ispirati dall’odio ogni anno, ma molti rimangono impuniti. Sebbene l’Italia abbia approvato le unioni civili omosessuali nel 2016 , il paese è rimasto indietro rispetto ai suoi partner dell’UE nella creazione di misure anti-omofobia. I tentativi di vari governi negli ultimi tre decenni di emanare una legge simile sono stati soffocati o sabotati, con qualsiasi progresso o anche solo un dibattito significativo ostacolato da una cultura macho, dal cattolicesimo e dal sostegno ai partiti di estrema destra.

“Speriamo vivamente che la legge venga approvata in quanto è assolutamente necessaria”, ha detto al Guardian Luisa Rizzitelli, attivista LGBT,  la pressione deve essere aumentata, altrimenti ci sarà la tentazione di spingere la legge in fondo alla fila “.

 

 

 

Comments are closed.