Polonia: la sentenza sull’aborto scatena uno sciopero delle donne

0
143

Circa 100.000 persone scendono nelle strade di Varsavia per opporsi all’inasprimento della legge sull’aborto

Venerdì, circa centomila manifestanti sono scesi per le strade della capitale polacca, Varsavia, nella più grande manifestazione di rabbia popolare diretta contro il partito di destra Law and Justice (PiS) al governo polacco da quando è entrato in carica nel 2015.Le proteste si sono svolte in tutto il paese da quando il tribunale costituzionale polacco ha dichiarato all’inizio di questo mese che gli aborti nei casi in cui a un feto viene diagnosticato un difetto di nascita grave e irreversibile erano incostituzionali . Tali procedure    costituiscono circa il 96% degli aborti legali in Polonia, che ha già alcune delle leggi sull’aborto più restrittive in Europa.

Mercoledì, gli attivisti pro-choice hanno definito uno “sciopero delle donne” che ha attirato oltre 400.000 persone alle proteste in oltre 400 paesi e città della nazione dell’Europa centrale.

 

Sig. Jarosław Kaczyński, Lei ha violato molte volte i confini negli ultimi anni. Come donna polacca che ha trascorso la maggior parte della sua vita all’estero, l’ho guardato da lontano. Con tristezze e orrore, ho visto che le decisioni del suo governo hanno lentamente cambiato la immagine della mia Polonia. Ciò per cui i miei genitori hanno combattuto è stato oggi violentato e caplestato . I miei figli pagheranno le conseguenze di questi giganteschi passi indietro. Come madre, donna e cittadina di questo paese, dico BASTA!

Tagseuropa

Comments are closed.