Sicilian Science Cluster: un’iniziativa a favore del territorio siciliano e dei giovani

0
70

L’istituto per la microelettronica e microsistemi  del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IMM) nel 2019, con la creazione di un cluster composto da IMM, UniCt e UniMe, ha promosso un’iniziativa a favore del territorio siciliano e dei giovani che consente agli studenti, durante i loro percorsi di dottorato, di utilizzare, oltre i laboratori delle rispettive Università anche quelli avanzati e molto attrezzati dell’IMM, in una sinergia utile. Sicilian Science Cluster è il nome del gruppo e l’ammissione del cluster, il 31 Ottobre 2022, alla rete di ricerca europea di programmi di dottorato internazionale PCAM, è la grande notizia. La prima realtà del Sud Europa a far parte di questo prestigioso network Europeo che si traduce in una preziosa opportunità per gli studenti sia siciliani che stranieri poiché non solo potranno accedere ad una formazione internazionale ma potranno usufruire dei laboratori in centri di ricerca europei di altissimo livello scientifico.

Una formazione internazionale per giovani dottorandi in grado di offrire competenze su tematiche all’avanguardia nelle discipline della Scienza dei Materiali e delle Nanotecnologie” commenta la Dott.ssa Rosaria Puglisi, del CNR-IMM di Catania e Responsabile del Sicilian Science Cluster che è stato presentato al “Welcome Day PhD Program”, organizzato dall’Università di Catania, giorno 12 dicembre 2022  presso l’Aula Magna del Rettorato.

Uno studente siciliano che studia per un dottorato a Catania e fa ricerca per sei mesi a Copenhagen, a Dresda, o Sorbona? Tali carriere accademiche sono possibili all’interno del dottorato internazionale PCAM e dal 31 ottobre 2022 accessibili anche agli studenti delle università di Catania e Messina.